Joan Mirò

Si avvicina Carnevale.

Ogni anno siamo alle prese con la ricerca di “lavoretti”, mascherine ….da far realizzare ai nostri alunni.

Quest’anno ,con i miei piccolini, ho pensato di proporre altro.

Parlando con loro, ho notato che i bambini non conoscono le maschere della tradizione italiana. Neanche il nostro bellissimo Arlecchino, così colorato e allegro!

E allora ho deciso di proporle loro in una nuova veste, facendoci aiutare dai grandi artisti come Mirò!

Ho preparato una breve presentazione accompagnando però ogni slide con informazioni e curiosità.

Abbiamo giocato coi vari dipinti.

Ho sempre chiesto loro di dire cosa piaceva o non piaceva dei quadri e li ho invitati a motivare tale scelta! Ascoltiamoli attentamente perché sono dei veri ESPERTI D’ARTE!

Ci siamo soffermati più a lungo sull’opera “Il Carnevale di Arlecchino” .

In questo dipinto Mirò ha lasciato libertà alla sua fantasia. I suoi disegni, come hanno notato i bambini, sono forse un po’ infantili, molto colorati, hanno forme buffe e strampalate!

Tutte le figure si muovono intorno al protagonista: ARLECCHINO. Lo avete individuato?

Intorno ad Arlecchino Mirò ha messo una folla di mostriciattoli, oggetti strampalati, folletti e animali buffi…ed anche, se non è Natale, una cometa.

  1. Arlecchino
  2. Cometa
  3. Una scala
  4. Orecchio gigante
  5. Due sirene fluttuanti o forse volanti
  6. Un libro
  7. Un mappamondo
  8. Farfalla
  9. Un cantante con chitarra
  10. Il suo gatto
  11. Un folletto
  12. Uno strano animaletto
  13. Una finestra aperta con una luna che assomiglia ad un sole.
  14. E tanto altro ancora……..

Ho poi sintetizzato le informazione/conoscenze apprese in un libretto con parti da attaccare e staccare per conoscere meglio questo artista!

Eccone alcune pagine.

Qui ci sono tutte le pagine da assemblare!

Ho poi dato loro alcuni “pezzi” dei quadri di Mirò: ognuno doveva sceglierne 3 o 4, colorarli ed assemblarli in modo strano per ottenere il loro Arlecchino!

Abbiamo giocato ancora con i pezzi di Mirò per ottenere il nostro “giardino”

Per tornare al nostro Arlecchino ho chiesto di colorare la sagoma della maschera rispettando le indicazioni.