“C’era una volta una bambina di nome Alison, che sapeva fare tante cose da sola.

Io so guardare una formica, suonare un corno, toccare una foglia, ascoltare la pioggia, sentire il fischio del treno, giocare con le monetine, baciare mia sorella, correre a perdifiato, osservare un aeroplano, tagliare l’erba (con il mio tagliaerba giocattolo), nuotare nella vasca, andare al negozio, correre sulla sabbia o giù dalla collina, mangiare un gelato, abbracciare il mio papà e ascoltarlo russare, cantare una canzone, farmi il letto, tenere un palloncino (…)”. 

Con una tavolozza composta soltanto da tre colori (arancio, nero e bianco,) Wondriska ,grande graphic designer americano , si diverte a mescolare foto e illustrazioni: colloca la sagoma fotografica della figlia Alison in tanti scenari diversi creando così un effetto visivo di grande fascino, capace di incantare i più piccoli.

E i bambini ne sono stati veramente incantati.

E allora, largo alla fantasia!

Tutto da me.